Newsletter

I vantaggi nell’utilizzo di un approccio artistico per il business

possono i business manager utilizzare un approccio artistico per smuovere profondamnte i propri collaboratori?

Miha Pogačnik ci ha accompagnato (musicalmente) attraverso un viaggio per investigare questa domanda.

 

Come agiscono i musicisti?

 

Questo è stato l’argomento principale portato da Miha alla Knowmads Business School di Amsterdam, dove Peoplerise ha ospitato un viaggio lungo la U con il team europeo di gestione delle vendite di Electrolux.

Miha Pogačnik

Per ottenere prestazioni musicali che rappresentino profondamente la loro personalità, i musicisti non seguono processi lineari nei loro concerti. Questo è ciò che comunemente chiamiamo Interpretazione Musicale, ovvero diversi musicisti possono interpretare uno stesso pezzo in modo ampiamente diverso.

Possono i business manager utilizzare questo approccio artistico per smuovere profondamente i propri collaboratori? Miha ci ha accompagnato (musicalmente) attraverso un viaggio, e ci ha offerto la sua ispirazione intorno a questa domanda centrale.

Miha Pogačnik

1. La stazione di partenza è stata quella del “business classico” determinato da uno stile di management definito di “comando e controllo”, qualcosa di profondamente connesso con il nostro passato e in molti casi anche al presente. Questo luogo è carico di energia maschile, di pensiero razionale e processi lineari, qui la musica suona sempre la stessa, e questo “carico” può essere solamente caricato e scaricato ad altri esseri umani senza alcuna trasformazione intermedia. Nel suo disegno quest’area è sul lato superiore sinistro ed è contrassegnata in nero.

2. Possiamo passare tutta una vita nella prima area, o possiamo andare verso un luogo più autentico dove agisce una crisi positiva, un luogo in cui dobbiamo passare attraverso il fuoco, che è indicato con la nuvola rossa nel disegno.

3. Se riusciamo a interiorizzare individualmente questo passaggio attraverso il fuoco lasciando andare personalmente i comportamenti e gli atteggiamenti che non sono in linea con chi siamo veramente, allora possiamo raggiungere un punto magico di consapevolezza sul fondo della U, il punto giallo con un cerchio blu nel disegno di Miha. Da questo luogo di profondo vuoto dove il vecchio peso è stato scaricato, possiamo iniziare la prototipazione del nuovo, possiamo risalire e lasciare che il futuro venga.

Questo è un luogo di pensiero intuitivo e di sentimento profondo, un luogo dove la nostra volontà diventa più forte perché è radicata nel superamento della crisi personale. La crisi è stata integrata nella nostra biografia personale consapevolmente e questo ha portato un apprendimento che abbiamo interiorizzato davvero e che ci ha reso più autentici, forti e creativi.

Quando questo accade raggiungiamo quello che Miha chiamato “Effetto Rembrandt“, uno stato meraviglioso che riconosciamo quando le persone di fronte a noi brillano di luce auto-generata, una luce che viene dall’interno di esse. Quando raggiungono questo livello in HR, che in questo caso non sta per risorse umane (Human Resources), ma per Risonanza Umana, i manager cominceranno a mettere il fattore umano al centro delle loro azioni e assegneranno un posto speciale per l’Essere Umano che dà senso e sostentamento a tutte le organizzazioni di business, ovvero il Cliente! Nel disegno Mika ha rappresentato il cliente con un grande Sole giallo nella parte in alto a destra.

4 + 5.  Le ultime 2 tappe del Musical Strategy Journey sono la Prototipazione, dove un     piccolo gruppo nell’organizzazione sviluppa questo stato di Risonanza (Effetto Rembrandt) che stimola l’ultima tappa, l’Integrazione, ovvero portare su larga scala queste nuove qualità attraverso l’intera organizzazione prima l’intera catena degli stakeholder successivamente.

 

Avete mai fatto un viaggio simile nella Vita o al lavoro?

 

Flavio Fabiani


                          « Archivio Articoli