Newsletter

Innovazione e pensiero sistemico: la Teoria U di Otto Scharmer

Un percorso a U per cambiare se stessi, le organizzazioni e la società

“Ciò che ci distingue come esseri umani è che possiamo connetterci con il futuro emergente” afferma Otto Scharmer nel libro “Teoria U: I Fondamentali”, una guida accessibile e concisa alla sua Teoria U, in libreria in Italia per Guerini Next e a cura di Peoplerise .

Otto Scharmer, nato in Germania e cresciuto in una fattoria, è oggi docente del MIT di Boston, ideatore della Teoria U, cofondatore del Presencing Insitute e uno dei più influenti attori del dibattito sul Change Management.

La Teoria U di Otto Scharmer, nata nel 1997, è un metodo che parte dalla consapevolezza individuale per arrivare al cambiamento dei sistemi: dalle nostre aziende, fino alla trasformazione del capitalismo, del sistema democratico, dell’istruzione e del Sé.

Siamo in un’epoca segnata da numerose fratture, quella ecologica ad esempio, che vede una distruzione ambientale senza precedenti; quella sociale, data da una forte iniquità economica; e ancora quella spirituale, dimostrata da un diffuso aumento di casi di depressione e esaurimento. Tutto ciò, sostiene Scharmer, ci deve portare a capire che le relazioni, le organizzazioni e la società necessitano un cambio di rotta drastico. Il viaggio che descrive Scharmer nella sua Teoria, che passa attraverso l’abisso per lasciare una realtà guidata dal passato verso un futuro emergente e ecosistemico, appare dunque più importante che mai.

La Teoria U fornisce delle risposte con una miscela di innovazione, pensiero sistemico e guida al cambiamento dal punto di vista dell’evoluzione della coscienza umana. Attingendo alla tradizione dell’«action research» e del «learning by doing» del Massachusetts Institute of Technology (Mit), la Teoria U si è evoluta in vent’anni di sperimentazione e di progressivo affinamento grazie alla pratica di una vibrante comunità globale.

La teoria è composta da un framework per imparare a vedere il punto cieco nella leadership e nel cambiamento di sistema; un metodo per implementare un cambiamento basato sulla consapevolezza; una nuova narrazione per il cambiamento evolutivo della società.

E integra al suo interno alcuni metodi e filoni di ricerca del cambiamento: l’action research e l’apprendimento organizzativo nella tradizione di Peter Senge, Ed Schein, Donald Schön, Chris Argyris e Kurt Lewin; oltre al design thinking e alla mindfulness, si ispira ai movimenti di attivazione sociale (da Martin Luther King a Nelson Mandela, passando Mahatma Gandhi e molti altri attivisti che hanno cambiato la storia)

 

Il libro

A quasi 20 anni dal successo di Theory U, Otto Scharmer ha dato alle stampe un volume agile e snello, che esce in libreria in Italia il 20 giugno per i tipi di Guerini Next con il titolo Teoria U: I Fondamentali. Principi e applicazioni, e che vuole essere una guida accessibile alla sua Teoria.

La Parte prima (Capitoli 1-4) esplora il framework e le principali idee della Teoria U, in cui viene considerato il punto cieco che mette principalmente in ombra la leadership di oggi.

La Parte seconda (Capitolo 5) descrive il processo, i principi e le pratiche della Teoria U. Qui vengono presentati metodi e strumenti pratici per gli agenti del cambiamento.

La Parte terza (Capitoli 6-7) suggerisce una nuova narrazione per un profondo cambiamento evolutivo della società e delinea un quadro di riferimento che permetterà di aggiornare i «sistemi operativi» delle nostre istituzioni formative, delle nostre economie, delle nostre democrazie. È un framework che si riferisce ai concetti base della Teoria U per la trasformazione del capitalismo.

Acquista online il libro: https://amzn.to/2tgZhA6


                          « Archivio Articoli